Impariamo il PHP: le variabili

Una delle caratteristiche principali del php è la presenza della variabili. Possiamo usare questa caratteristica per scrivere pagine web dinamiche. Una variabile è sempre preceduta dal simbolo “$” e seguita da un nome scelto dal programmatore. Ricordiamo che il nome deve essere significativo e deve ricordare all’autore ciò che quella variabile contiene. Non ci dobbiamo assolutamente preoccupare di come il php lavora quando creiamo le variabili, ma ci basta sapese che se sono dichiarate all’interno di una funzione queste sono locali e verranno deallocate (eliminate) appena usciamo da questa funzione, ma se sono dichiarate nel programma principale queste verranno modificate e rimmaranno tali.

Possiamo quindi sfruttare le variabili per stampare un messaggio a nostra scelta. Creaiamo quindi una variabile che chiameremo $nome e ci inseriamo il nostro nome.  Successivamente stampiamo questa variabile usando il comando echo.

<?php
$nome=”Carlo”
echo “Ciao $nome”;

?>

Otteniamo come risultato nella nostra pagina web la scritta:

Ciao Carlo

Per convenzione il nome delle variabili è sempre minuscolo, e viene usato il carattere maiuscolo solo per indicare l’inzio di una parola composta. Ad esempio la variabili che indica il nome e il cognome di una persona si chiamerà nomeCognome.

morocarlo

Sono uno studente di ingegneria informatica all'università di trieste. Sono appassionato di tecnologia, principalmente mi occupo/interesso di reti, hardware e software in generale. Programmo molto in Visual Basic .net (2008), ma conosco molto bene VB6. Ho le conoscenze basilari dei maggiori linguaggi di programmazione come php, asp, java, js, C#, Pascal e Assembly. SO: Windows 7, XP, Ubuntu, Mint, Netbook Remix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *