LIVELLO 5 SESSIONE

Questo livello è il primo dal basso che compete all’utente. Chiamiamo sessione la connessione che si stabilisce fra due entità. Suddividiamo le informazioni in attività.

La sessione viene divisa in attività, in unità e in punti di sincronizzazione. Un punto di sincronizzazione maggiore identifica l’inizio e la fine di un’unità, i minori tengono conto del punto in cui si è arrivati nello svolgere l’unità, rendendo possibile un ripristino dall’ultima sincronizzazione corretta.

I token sono una PDU di controllo che abilita il possessore a svolgere una sessione. Se ci si vuole aggiudicare una risorsa è inutile se questa è già affidata al possessore del token, sfruttando un servizio quando si è in possesso del token. Il token viene gestito con la tecnica del time sharing, ovvero condivisione del tempo.

La richiesta di connessione viene svolta nel seguente modo:

  • A richiede una connessione tramite l’entità, che interroga la PDU corrispondete.
  • Se i valori sono disponibili si ha una risposta da B, e si ritorna indietro per la conferma.
  • Altrimenti si chiede una conferma di connessione con i valori scelti e si ha una richiesta negativa di connessione con i valori fuori dal limite

Gestione dei tokens: esistono quattro tipi di token:

I Data Token avvengono in modalità full duplex (tutte e due inviano e ricevono insieme). Se si opera in modalità half duplex, ovvero una invia e l’altra riceve questo token non ha senso di esistere. Se si è in possesso del token allora è possibile ricevere i dati, altrimenti no. Ma se chi lo deve inviare non ne è in possesso può richiederlo al suo interlocutore.

Minor Sinc Token permette al possessore di emettere un punto di sincronizzazione minore.

Major sic/acrivity token permette di emettere punti di sincronizzazione maggiore, e gestire l’attività corrente.

Relase token permette al possessore di avviare il rilascio della connessione.

Tipi di dati: I dati di tipo sollecitato richiedono una gestione prioritaria, i dati di tipo digitato vengono trasmessi direttamente senza l’uso di alcun token. I dati di capacità sono PDU di controllo che possono modificare i parametri che regolano la sessione corrente.

Eccezioni: è possibile mediante un eccezione avvisare il chiamante del verificarsi di errori rilevati o di anomalie di funzionamento.

Metodi di primitive per il rilascio della connessione: anche questo servizio deve essere confermato, inoltre è necessario possedere il token relativo.

morocarlo

Sono uno studente di ingegneria informatica all'università di trieste. Sono appassionato di tecnologia, principalmente mi occupo/interesso di reti, hardware e software in generale. Programmo molto in Visual Basic .net (2008), ma conosco molto bene VB6. Ho le conoscenze basilari dei maggiori linguaggi di programmazione come php, asp, java, js, C#, Pascal e Assembly. SO: Windows 7, XP, Ubuntu, Mint, Netbook Remix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *