Installare un sistema operativo in Virtualbox su Ubuntu

Le macchine virtuali sono ormai un classico per ogni sistema operativo. Ecco perché ho deciso di fare questa guida, che comprende gli screenshoot di tutti i passaggi per installare una macchina virtuale in Ubuntu.

Ovviamente ho utilizzato virtualbox OSE, se volete installarla potete seguire una mia semplice guida, comprendente anche una piccola spiegazione riguardante l’utilizzo.

Dopo averla avviata andiamo in Applicazioni–>Accessori–>VirtualBox OSE.

Come mostrato nell’immagine, notiamo sulla sinistra la lista delle nostre macchine virtuali, mentre sulla destra abbiamo i dettagli di queste macchine. Il menu in alto ci permette di compiere varie operazioni, ma non è il nostro obbiettivo.

Senza perderci troppo in chiacchere andiamo su Nuova, o dal menu Macchina o cliccando su quella stella a molte punte, di colore blu sulla sinistra.

La prima schermata ci elenca solamente cosa faremo con questa procedura guidata, senza troppi indugi premiamo Avanti.

Ora è il momento di dare un nome alla nostra macchina virtuale, scegliamo quindi il nome più appropriato a nostro parere e il sistema operativo che verrà  installato, nel mio caso Linux, nello specifico la versione Alpha 3 di Ubuntu 10.04. Una volta fissate queste opzioni premiamo avanti.

Nel passo successivo non ci resta che scegliere la quantità  di ram da dedicare alla nostra macchina virtuale. Ma come facciamo a scegliere? Molto semplice, ricordiamoci che dobbiamo lasciarne a sufficienza per il nostro sistema operativo ma anche per quello virtuale. Facendo un semplice esempio, per Ubuntu servono 512 di ram (anche meno) io ho 2gb, per cui posso tranquillamente dare anche 1gb di ram alla macchina virtuale e lasciare 1gb per quella “reale”.

Una volta fatta questa importante e delicata scelta premiamo avanti.

Ovviamente dobbiamo avere un disco fisso dove salvare i nostri dati virtuali, e questo disco fisso sarà anch’esso virtuale. Quindi creiamone uno, spuntiamo Disco fisso di avvio e creiamone uno nuovo. Quindi clicchiamo su avanti.

Nel passo successivo ci sarà  sempre una schermata che ci dirà  cosa faremmo con queste operazioni, leggiamola velocemente e premiamo avanti ancora una volta.

Ora dobbiamo scegliere il tipo di archiviazione, io consiglio quella a espansione dinamica, poi fate voi. Leggendo quello scritto nella finestra scegliete e premete avanti.

Adesso scegliamo la dimensione del nostro hard disk, 8 gb sono più che sufficienti per ora. Una volta fatto premiamo su avanti.

Leggiamo il riepilogo, se ci va tutto bene clicchiamo su fine oppure torniamo indietro a modificare i nostri passati errori.

Nella prossima schermata troveremmo il riepilogo della nostra macchina virtuale, come prima controlliamo e se ci sono cose che non vanno torniamo indietro, oppure premiamo fine.

Ora non ci resta che aggiungere la nostra immagine alla macchina virtuale. Selezioniamo quindi la macchina virtuale appena creata e clicchiamo su CD/DVD-ROM.

Scegliamo quindi il file immagine .iso da aggiungere e diamo ok.

Ora la nostra macchina virtuale è pronta, non ci resta che premere avvia per farla partire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *