Come gestire le stampanti Hp su Ubuntu


Gestire al meglio una stampante non è proprio semplice, scansioni, livello di inchiostro, stampe, tipologia di carta e di stampa, qualità e tutto il resto. Per fortuna, almeno per le stampanti HP, ci viene in aiuto un ottimo tool che ci permetterà di gestire il tutto in maniera semplice e ottimale.

Per installarlo digitiamo da terminale:

sudo apt-get install hplip

attendiamo che venga installato e digitiamo da terminale:

hp-toolbox

per avviarlo, per semplicità vi consiglio di creare un lanciatore oppure di aggiungere la voce al menu.

Il programma rileverà subito la stampante e ci mostrerà tutta la lista delle opzioni (ovviamente la stampante deve essere accesa).

Su print possiamo aggiungere i file da stampare, anche se è più immediato farlo direttamente dal programma che stiamo utilizzando per la stesura del file.

Sarà possibile scansionare un file da Scan e premendo Scan per effettuare la scansione, basterà poi salvare o annullare lo scan dell’immagine.

Da print test page sarà possibile stampare la classica pagina di prova, per vedere se ci sono tutti i colori, e la stampa non abbia problemi.

Su view printer and device information sarà possibile vedere tutti i dispositivi.

Align cartridges prints ci permetterà di allineare le cartucce della stampante.

Clean cartridges ci permetterà di pulirle.

Gli ultimi due link si spiegano da soli, uno porta al sito di supporto e l’altro è l’aiuto.

Prima di passare alle altre tab diamo uno sguardo al menu superiore, dal menu file sarà possibile fare il refresh, cioè trovare nuovi dispositivi, oppure effettuare il setup, cioè settare alcune impostazioni aggiungendo un dispositivo in automatico.

Sulla tab Status possiamo valutare lo stato della stampante, con la coda di tutti i lavori.

Sulla tab supplies possiamo vedere il livello di inchiostro stimato rimanente, sia della cartuccia colorata sia di quella nera.

Printer settings è la tab più importante di tutte. Infatti da questa tab sarà possibile gestire le opzioni principali della stampante, come ad esempio l’orientamento della stampa, l’ordine di stampa delle pagine, la dimensione della carta sulla quale stampare e il modo di stampa, per esempio possiamo stampare in scala di grigi per risparmiare la cartuccia.

Su quality possiamo impostare la qualità della stampa, bassa, media o alta. Su n-up si potranno scegliere il numero di pagine per foglio, l’ordine di stampa, il layout (ad esempio pagine pari e dispari) e il bordo. Infine si potrà impostare la luminosità e il valore del gamma su printout-appearance. Sulle ultime due opzioni possiamo modificare altri valori.

Printer control servirà per fermare una stampa, per vedere le stampe recenti e la coda della stampa.

Queste sono tutte le opzioni configurabili, grazie alle quali potremo gestire al meglio la nostra stampante.

Io ho provato questo tool con la mia stampante HP psc 1215 all-in-one, che permette stampa, scansione e fotocopie tutti in uno e funziona alla perfezione, in teoria funziona con tutta la serie hp psc 1200.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *