Fare il rendering con blender, alcuni accorgimenti di qualità

L’opzione di rendering con Blender è la parte finale del nostro lavoro, quella in cui renderizziamo un progetto, attraverso la finestra render, con cui creiamo un’immagine o un filmato.

E’ molto lampante la differenza di qualità tra il rendering di sinistra e quello di destra. Infatti uno dei due è stato fatto con una risoluzione maggiore. Anche se a primo sguardo l’immagine iniziale sembra uguale, con un piccolo zoom si vedono già le prime differenze.

Per aumentare la risoluzione di un’immagine renderizzata basta andare nella finestra di render di blender e aumentare i valori di risoluzione (resolution), settando la percentuale sotto questi valori a 100%.

Altra accortezza è il formato di output, che è consigliabile mettere a RGB in formato PNG, utilizzando bassi valori di compressione. Sempre in questa parte sarà possibile scegliere il nome e la destinazione del file di render. Ovviamente ricordatevi di creare un filmato con valori di frame iniziale a 1 e finale a 1.

Questa modifica di compressione è maggiormente apprezzabile con uno zoom elevato. Nell’immagine è possibile notare quanto il render di sinistra sia molto più nitido di quello di destra, che presenta varie imperfezioni, con colori inesistenti nel modello reale.

I risultati saranno molto apprezzabili, soprattutto a zoom elevati, anche se occuperemo molto più spazio sul disco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *