In Brasile una tassa per legalizzare il P2P

Non è una fantasia, ma è una proposta di alcuni parlamentari brasiliani. I quali vorrebbero riformulare la legislativa riguardante il copyright, aggiornandone il significato cambiato ormai con i tempi digitali.

L’Università di Rio de Janeiro in collaborazione con il gruppo di ricerca sulle policy pubbliche per l’accesso all’informazione (GPOPAI) dell’Università di San Paolo vorrebbero legalizzare il P2P per scopi non commerciali, in cambio di un piccolo compenso per le connessioni internet di 1.50 € al mese (Una sorta di tassa sulla memoria,l’equo compenso). Il download e lo scambio per fini personali, ad esempio per visionare un film sarebbe così legale.

(altro…)